Dario Buccino

ITA / ENG

ATTIVITÀ ARTISTICA PRINCIPALE

Dario Buccino (Roma, 1968) è un compositore, strumentista, vocalista, paroliere, teorico, didatta e progettista di strumenti musicali.

A partire dai primi anni '90 ha sviluppato il Sistema HN®, un sistema di tecniche di composizione, notazione ed esecuzione musicale basate sulla parametrizzazione del processo performativo. Applica il Sistema HN alla voce e agli strumenti acustici ed elettronici, creando composizioni cameristiche, orchestrali e abbracciando anche improvvisazione, performance art, installazione e scultura sonora, forma canzone, coreografia, musica per cinema, teatro e danza, educazione musicale, meditazione e musicoterapia.

Nel1994 è stato invitato come docente agli Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt dove ha presentato il Sistema HN, definito da Heinz-Klaus Metzger “l'invenzione artistica più sorprendente degli ultimi 15 anni”

Ha fondato e dirige l'Ensemble HN, specializzato nell'esecuzione delle composizioni scritte con il Sistema HN. L'Ensemble HN (Cristina Abati, Athena Corcoran-Tadd, Marco Crescimanno, Lorenzo D'Erasmo, Enrico Gabrielli, Renato Gatto, Raffaele Marsicano, Sergio Montemagno, Emiliano Turazzi) ha collaborato con musicisti come SISU Percussion Ensemble, Ars Ludi Percussion Ensemble, Marco Rogliano, i Percussionisti del Conservatorio di Trapani.

Ha creato le Percussioni HN® (Lamiera HN®, incCubo®, Grande incCubo®), una famiglia di strumenti musicali che coinvolgono l'intero corpo del performer nella creazione sonora. Oltre a realizzare composizioni e performance per questi strumenti, li ha utilizzati come elementi centrali di installazioni sonore presentate in mostre d'arte e di design come lo Spazio MIL a Sesto San Giovanni (2009), la Fuorisalone Design Week a Milano (2014, 2017), la Mostra Internazionale Musica Con Vista a Lucca (2016) e altre.

Le sue composizioni sono state eseguite al festival Echi Dall'altra Riva di Ivrea (1990), i Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt (1992, 1994, 2016), il festival Happy New Ears di Ivrea (1994), il Teatro La Fenice a Venezia (1995), il festival Ars Nova di Palermo (1996), il festival Neue Musik im Marmorsaal di Stuttgart (1997), l'evento Cento Gradi a Quinto de' Stampi (1997), il festival Da vicino nessuno è normale di Milano (2001), il Deposito Bulk a Milano (2002), il festival TRoK! di Milano (2005), l'Ambasciata di Marte a Firenze (2005), il festival Fabbrica Europa di Firenze (2006), il Festival Oltrarno Atelier di Firenze (2006), l'Auditorium Parco della Musica a Roma (2007), l'Harmonie Municipale a Saint-Denis, Parigi (2012), il festival Lugocontemporanea di Lugo (2012), l'Impuls Festival di Graz (2017), il Teatro Franco Parenti a Milano (2017), il Festival TransArt a Bolzano (2018).

Diversi concerti monografici dedicati alla sua musica sono stati realizzati da istituzioni come lo Hessisches Landesmuseum a Darmstadt (1995), il festival Ex Arboris di Catania (1997), il festival Il Suono dei Soli di Palermo (2002, 2004, 2007), il festival La musica attraverso/a i suoni di Palermo (2004), la Palazzina Liberty a Milano (2005), l'Università SUPSI di Lugano (2007), l'Università IULM di Milano (2007), il festival QUAD di Firenze (2009), il Festival delle Arti di Sondrio (2009), il festival Il Giardino delle Esperidi di Campsirago (2009), il festival Curva Minore Contemporary Sounds di Palermo (2010, 2011), il Piccolo Teatro Patafisico a Palermo (2010), il Goethe Institut di Palermo (2011), il Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino a Palermo (2011), il festival Scrusci di Alcamo (2011), il Teatro Garibaldi a Palermo (2012), il festival Make Music Milan di Milano (2014), il teatro Zona K a Milano (2016), il festival Archiaro ad Archiaro (2017).

Ha tenuto seminari, laboratori e masterclass al Civico Istituto Musicale Vittadini di Pavia (1991), la Scuola Suzuki di Milano (1992), i Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt (1994), l'Università Degli Studi di Palermo (1995, 1996, 1997, 2011, 2013), la Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano (1998), il Conservatorio A. Scontrino di Trapani (2002), l'Università IULM di Milano (2007, 2011, 2013), l'Università SUPSI di Lugano (2007), l'Università Politecnico di Milano (2008), il Conservatorio G. Verdi di Milano (2016), il Teatro Franco Parenti di Milano (2017), l'Università Roma 3 (2018), l'Accademia Musicale e Teatrale Lituana a Vilnius (2018). Conduce inoltre laboratori basati sul Sistema HN nelle scuole elementari, medie e superiori, oltre a seminari e laboratori di aggiornamento per insegnanti di musica, foniatri e logopedisti, e corsi per il pubblico non specialistico.

La sua musica è stata trasmessa dalla SDR Süddeutshce Rundfunk, Germania (concerto monografico dell'Ensemble HN nella Marmorsaal di Stoccarda, 1997) e dalla RSI Radiotelevisione Svizzera ("Dario Buccino a Jukebox 900", ritratto radiofonico, 2009).

Heinz-Klaus Metzger, Paolo Emilio Carapezza, Stefano Lombardi Vallauri, Pietro Misuraca, Marco Crescimanno, Gaetano Pennino hanno scritto sulla sua musica articoli musicologicipresentati all'Università di Palermo (1997), al Teatro Massimo di Palermo (2014) e all'EuroMAC 8º Convegno Europeo di Analisi Musicale a Lovanio, Belgio (2014). 

Sono stati realizzati due film documentari sulla sua ricerca artistica: "Sistema HN. Un documentario" (2008) di Francesco Gatti, prodotto da Extreme Australia, Quarto Film, Università IULM di Milano e Università SUPSI di Lugano; "Perfino la Felicità" (2012) di Chiara Andrich, prodotto da CSC Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo.

Il suo lavoro è stato oggetto di tesi di laurea presso l'Università degli Studi di Milano (2009), l'Università IULM di Milano (2007, 2008, 2011, 2014), l'Università Politecnico di Milano (2008) e l'Università degli Studi di Palermo (2011).
________________________

ALTRE ATTIVITÀ ARTISTICHE

He also works as a free improviser and has collaborated with musicians such as Tristan Honsinger, Tim Hodgkinson, Jean-Marc Montera.

He works as well as a singer-songwriter, applying the HN System to song form. In 2010 he won first prize in the competition Cantautori Si Nasce (the adjudicating panel were Luis Bacalov, Giorgio Calabrese, and Gianfranco Reverberi). In 2014 his album "La costrizione della nudità" was selected for the Premio Tenco in the category of Best First Album and in 2015 was nominated in the 26th Musicultura contest (ex Premio Recanati).

He works for theatre, cinema, and dance as a composer, vocalist, multi-instrumentalist, sound artist, sound sculptor, coreographer, actor, musical and body awareness consultant. He has worked in Shakespearean productions with Teatro Stabile di Torino, Leart Production, and Elsinor Centro di Produzione Teatrale playing his music live in more than 300 performances in Italy and China. He has worked with renowned artists such as Eugenio Allegri, Ruggero Dondi, Marco Gobetti, and with international award-winning artists such as Giovanni Maderna, Leo Muscato, and Ernesto Mahieux.

He works for jazz, rock, pop artists as a composer, arranger, conductor, guitarist, and HN Steel Sheet player, both live and in recording studio. He has collaborated with influential musicians and producers such as Vinicio Capossela, Stefano “Edda” Rampoldi, Marco Parente, Taketo Gohara, Carlo Actis Dato, Enten Eller, Odwalla, Anatrofobia, Maurizio Brunod. In 2004 he toured as L'Aura Abela's guitarist with international and Italian top-selling pop artists such as The Ark, Morgan, and Renato Zero.

He works as a street performer in Europe and the United States (1998–present).
______________________

STUDIES

In his teens he was primarily self-taught in composition and guitar, receiving additional training in guitar technique, improvisation, jazz harmony and orchestration from Marco Ghiringhello, Claudio Lodati, and Palmino Pia.

He later studied composition at the Conservatorio G. Verdi of Milan (with Irlando Danieli, Adriano Guarnieri, Sandro Gorli), electronic music (with Alvise Vidolin) and music analysis with Gianmario Borio at the Civica Scuola di Musica of Milan.

He moreover attended lectures, masterclasses and private tuition in Europe with John Cage, Iannis Xenakis, Helmut Lachenmann, Gerard Grisey, James Tenney, Brian Ferneyhough, Toshio Hosokawa, Wolfgang Rihm, György Kurtág, Christian Wolf, Sofia Gubaidulina, Emmanuel Nunes, Walter Zimmermann, Mario Garuti, Salvatore Sciarrino, Franco Donatoni, Niccolò Castiglioni and others.

Since the late 1970s his studies have also included drama, mime art, Nō theatre, tanztheater, contact improvisation, psychodrama, hypnosis, children's music education, vocal technique, Dhrupad singing, with teachers such as Kinny Gardner (Lindsay Kemp Company), Rena Mirecka and Ewa Benesz (Jerzy Grotowski's Teatr Laboratorium), Tapa Sudana (Peter Brook's Centre International de Recherche Théâtrale), Thomas Richards (Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards), Christian Hamouy (Les Percussions de Strasbourg), Daniela Panetta (Red Hot Chili Peppers' vocal couch), Loretta Martinez (Estill Voice Training System), Paulo Barone, Mario Cigada.